Global Leader in Emerging Tech Education

Machine Learning:

Understanding Solutions and Developing Applications

Ecco le domande più frequenti.

E' possibile cancellare i miei protesti cambiari?


Si, i protesti cambiari si possono cancellare. Se sei in possesso dei titoli originali puoi farlo anche prima che siano trascorsi 12 mesi.




Quali documenti servono per poter cancellare i protesti cambiari?


I documenti necessari per poter effettuare la cancellazione dei protesti cambiari sono: le cambiali in originale e le relative quietanze liberatorie.




Ho perso i titoli (cambiali o assegni) in originale e ho le quietanze liberatorie. Posso cancellare i miei protesti?


Si. Puoi farlo da solo rivolgendoti, dopo 12 mesi, dalla levata dell'ultimo protesto, al tribunale della tua residenza e procedere con la riabilitazione.




Ho perso le quietanze liberatorie ma ho i titoli (cambiali o assegni) in originale. Posso cancellare i miei protesti?


Si, ma con l'aiuto di un professionista. Chiamaci subito all' 800.144.793 per valutare il tuo caso o contattaci con la formin fondo al sito.




Non ho nè i titoli (cambiali o assegni) in orginale nè le quietanze liberatorie. Posso cancellare i miei protesti?


La strada si fa tortuosa. Se c'è una possibilità è quello di rivolgersi ad un professionista di fiducia. Chiamaci allo 800.144.793 o scrivici nella form in fondo al sito.




Che cosa sono la levata del protesto e la data di iscrizione del protesto?


La levata del protesto è la data in cui il Pubblico Ufficiale (in genere un Notaio o la Stanza di Compensazione della Banca d’Italia) eleva il protesto dell’assegno o della cambiale. La data della levata del protesto è indicata nella Visura Protesti rilasciata da una Camera di Commercio. La data di iscrizione è la data in cui la Camera di Commercio competente riceve dal Pubblico Ufficiale (Notaio o Stanza di Compensazione) la comunicazione di avvenuto protesto.




Posso ottenere la cancellazione dei protesti entro l'anno?


Purtroppo è possibile solo in caso di protesto cambiario, in caso di protesto di assegno bisogna attendere un anno dalla levata del protesto per poter richiedere la riabilitazione presso il Tribunale competente.




Posso fare il Decreto d’urgenza Ex art.700 per la cancellazione di assegni entro l’anno, di cosa si tratta?


Il Decreto d’urgenza è uno strumento possibile, ma che noi sconsigliamo per i seguenti motivi: costo eccessivo, tempi lunghi e risultato tutt’altro che sicuro.




Ho tutti i documenti. Come posso procedere da solo per cancellare il mio protesto cambiario?


Se possiedi tutti i documenti puoi tranquillamente cancellare i tuoi protesti da solo. Se hai bisogno di un aiuto abbiamo preparato una guida sempolice e dettagliata che ti spiega passo dopo passo come cancellare i tuoi protesti in autonomia ed ottenere la cancellazione. La guida redatta personalmente dai nostri professionista (che ha un costo di 99€) la regaliamo a tutti gli iscritti all'associazione. Il costo all'associazione è di € 49.00 una tantum e comprende le spese di spedizione. Inoltre l'iscrizione prevede una garanzia 100% SODDISFATTI O RIMBORSATI ovvero, se non otterrai la cancellazione ti rimborseremo l'intero importo versato.




Quanto tempo ci vuole per cancellare i protesti?


I tempi per la riabilitazione del protesto variano tra i 15 e i 30 giorni; successivamente si deve effettuare la cancellazione dei protesti presso le Camere di Commercio competenti che impiegano altrettanti 15-20 giorni per la cancellazione definitiva




Dopo la cancellazione protesti posso ottenere un finanziamento?


Dopo la cancellazione dei protesti è come se non fossero mai avvenuti.




E’ vero che avviene la cancellazione automatica dopo 5 (cinque) anni?


E’ vero che la Camera di Commercio cancella automaticamente il nominativo dopo 5 (cinque) anni dalla sua iscrizione, ma questo non vuol dire che lo stesso facciano le banche dati, quindi conviene sempre effettuare la cancellazione di propri protesti entro i 5 anni, mediante lo strumento della riabilitazione.




Posso aprire un Conto Corrente Bancario se protestato?


Non esiste nessuna legge che vieti l’apertura di un conto corrente anche in presenza di protesti. Ovviamente è opportuno ricordare che i rapporti di conto corrente sono rapporti tra privati e pertanto la Banca può decidere di non prevedere l’apertura di conti corrente per soggetti protestati. In questi casi ci si può rivolgere, come persone fisiche o ditte individuali alla Poste Italiane che con i prodotti Postepay Evolution, hanno risolto buona parte dei problemi. Esistono anche altre carte prepagate con IBAN in diversi nei maggiori Istituti di credito bancari, ma sempre e solo per persone fisiche. Per le società la cosa si complica perché ad oggi, in Italia, non esiste un prodotto che consenta di avere al 100% un conto corrente intestato a società protestata.





Duration: 20 Hours

Course Access: 1 Year

Format: Self-Paced Learning

  • Machine Learning On Demand

Price: CHF 240.00

  • Machine Learning On Demand and certification exam voucher

Price: CHF 415.00

  • Join over 100,000 students learning with BTA

  • One year Access to Learning Content

  • 20 Hours of Learning Content

Who MTC/BTA train

Other courses you may like 

Contact
MTC Training
Company Registry N° CH-106.531.360
Route de Meyrin 49 
1203, Geneva - Switzerland

+41 22 849 83 85

contact@mtctraining.ch

Partner LINGUAVIVA.Education group

  • Facebook - Gris Cercle
  • LinkedIn - Gris Cercle
  • Twitter - Gris Cercle
  • Instagram - Gris Cercle

© 2019, MTC Training & Consulting